ENCEFALITI VIRALI

Sono rappresentate da forme encefalitiche a serbatoio virale extraumano, quali le encefaliti da arbovirus ( ) (vedi oltre) e da forme con serbatoio virale umano ( , encefalite da citomegalovirus, , ). In tale gruppo sono considerate le forme encefalitiche da sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS). Esistono poi alcune encefaliti in cui l’eziologia virale risulta solamente sospetta (quali l’ ) e le cosiddette (o ) , quali la m. di Creutzfeldt-Jakob e la panencefalite sclerosante subacuta (a cui sono riconducibili l’encefalite di Dawson, la forma di Van Bogaert e quella di Pette-Doring). Le encefaliti da arbovirus, altrimenti note come , sono causate da virus capaci di moltiplicarsi in vettori artropodi e ospiti vertebrati, rappresentanti il serbatoio dell’infezione, che viene poi trasmessa da animale ad animale o, occasionalmente, da animale a uomo, attraverso la puntura di zanzare o zecche. Ovviamente, tale patologia dimostra una precisa localizzazione geografica correlata alle esigenze biologiche degli ospiti del ciclo vitale. Fra di esse possono essere ricordate: